IP and Others v Spetsializirana prokuratura.

JurisdictionEuropean Union
CourtCourt of Justice (European Union)
ECLIECLI:EU:C:2023:275
Docket NumberC-269/22
Celex Number62022CJ0269
Date30 March 2023

Edizione provvisoria

SENTENZA DELLA CORTE (Ottava Sezione)

30 marzo 2023 (*)

«Rinvio pregiudiziale – Articolo 267 TFUE – Articolo 47, secondo comma, e articolo 48, paragrafo 1, della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea – Diritto ad un giudice imparziale – Diritto alla presunzione d’innocenza – Esposizione del contesto di fatto di una domanda di pronuncia pregiudiziale in materia penale – Accertamento della sussistenza di determinati fatti al fine di poter rivolgere alla Corte una domanda di pronuncia pregiudiziale ricevibile – Rispetto delle garanzie procedurali previste dal diritto nazionale per le pronunce di merito»

Nella causa C‑269/22,

avente ad oggetto la domanda di pronuncia pregiudiziale proposta alla Corte, ai sensi dell’articolo 267 TFUE, dallo Spetsializiran nakazatelen sad (Tribunale penale specializzato, Bulgaria), con decisione del 21 aprile 2022, pervenuta in cancelleria il 21 aprile 2022, nel procedimento

IP,

DD,

ZI,

SS,

HYA

con l’intervento di:

Spetsializirana prokuratura,

LA CORTE (Ottava Sezione),

composta da M. Safjan (relatore), presidente di sezione, N. Piçarra e N. Jääskinen, giudici,

avvocato generale: A.M. Collins

cancelliere: A. Calot Escobar

vista la fase scritta del procedimento,

considerate le osservazioni presentate:

– per IP, da H. Georgiev, advokat;

– per il governo ellenico, da K. Boskovits, A. Magrippi e E. Tsaousi, in qualità di agenti;

– per la Commissione europea, da F. Ronkes Agerbeek, M. Wasmeier e I. Zaloguin, in qualità di agenti,

vista la decisione, adottata dopo aver sentito l’avvocato generale, di giudicare la causa senza conclusioni,

ha pronunciato la seguente

Sentenza

1 La domanda di pronuncia pregiudiziale verte sull’interpretazione dell’articolo 267 TFUE nonché dell’articolo 47, secondo comma, e dell’articolo 48, paragrafo 1, della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea (in prosieguo: la «Carta»).

2 Tale domanda è stata presentata nell’ambito di un procedimento penale a carico di IP, DD, ZI, SS e HYA per partecipazione a un’organizzazione criminale.

Contesto normativo

Diritto bulgaro

3 Il nakazatelno protsesualen kodeks (codice di procedura penale), nella versione applicabile al procedimento principale, prevede che qualsiasi pronuncia nel merito in materia penale debba essere emessa nel rispetto di diverse garanzie procedurali. In particolare, gli articoli da 247 a 253 di tale codice impongono che il pubblico ministero formuli un’accusa regolare, mentre gli articoli da 271 a 310 di detto codice dispongono che tutte le prove devono essere raccolte con la partecipazione della difesa, che le parti devono essere sentite, che l’ultima parola deve essere data all’imputato e che la pronuncia deve essere emessa dopo una deliberazione segreta.

Procedimento principale e questione pregiudiziale

4 Il 19 giugno 2020, la Spetsializirana prokuratura (procura specializzata, Bulgaria) ha accusato IP, DD, ZI, SS e HYA di aver partecipato a una organizzazione criminale finalizzata, a fini di arricchimento, a trasportare attraverso le frontiere bulgare cittadini di paesi terzi e ad aiutarli illegalmente ad attraversare il territorio bulgaro, ricevendo o offrendo tangenti in relazione a tale attività. Tra gli accusati figurano tre agenti della polizia di frontiera dell’aeroporto di Sofia (Bulgaria).

5 La procura specializzata afferma che i cittadini di paesi terzi interessati soggiornavano a Cipro in possesso di visti per studenti e viaggiavano in aereo da Cipro verso la Bulgaria. A suo avviso, i tre agenti della polizia di frontiera procedevano ai controlli al momento dell’arrivo di detti cittadini all’aeroporto di Sofia e autorizzavano il loro ingresso in violazione dei loro obblighi professionali e, in particolare, degli obblighi derivanti dal regolamento (UE) 2016/399 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 9 marzo 2016, che istituisce un codice unionale relativo al regime di attraversamento delle frontiere da parte delle persone (codice frontiere...

To continue reading

Request your trial

VLEX uses login cookies to provide you with a better browsing experience. If you click on 'Accept' or continue browsing this site we consider that you accept our cookie policy. ACCEPT