Commission Recommendation (EU) 2022/867 of 1 June 2022 on the release of emergency oil stocks by Member States following the invasion of Ukraine

Date01 June 2022
Celex Number32022H0867
Published date02 June 2022
Official Gazette PublicationOfficial Journal of the European Union, L 151, 2 June 2022
L_2022151IT.01007201.xml
2.6.2022 IT Gazzetta ufficiale dell’Unione europea L 151/72

RACCOMANDAZIONE (UE) 2022/867 DELLA COMMISSIONE

del 1o giugno 2022

sul rilascio delle scorte petrolifere di sicurezza da parte degli Stati membri in seguito all’invasione dell’Ucraina

LA COMMISSIONE EUROPEA,

visto il trattato sul funzionamento dell’Unione europea, in particolare l’articolo 292,

considerando quanto segue:

(1) La direttiva 2009/119/CE del Consiglio (1) mira a garantire un livello elevato di sicurezza dell’approvvigionamento di petrolio nell’Unione attraverso meccanismi affidabili e trasparenti basati sulla solidarietà tra gli Stati membri. In particolare stabilisce le norme e le procedure da applicare in caso di emergenza. Il 1o marzo e il 1o aprile 2022 il consiglio di amministrazione dell’Agenzia internazionale per l’energia (AIE) ha deliberato piani di prelievo delle scorte petrolifere di sicurezza per rilasciare, rispettivamente, 60 e 120 milioni di barili di petrolio (2).
(2) La Commissione e gli Stati membri hanno discusso l’opportunità, i benefici attesi e l’impatto dell’azione collettiva dell’AIE in quattro riunioni del gruppo di coordinamento per il petrolio (il 22 e 25 febbraio e il 2 e 31 marzo). Con lettere del 4 marzo e del 5 aprile 2022 indirizzate al gruppo di coordinamento per il petrolio, i servizi della Commissione hanno ricordato agli Stati membri le disposizioni e gli obblighi applicabili del diritto dell’Unione.
(3) Diciotto Stati membri (compresi due Stati membri non membri dell’AIE) hanno partecipato all’azione collettiva dell’AIE e hanno promesso di contribuire volontariamente con circa 40 milioni di barili di equivalente in greggio.
(4) Le scorte petrolifere di sicurezza attualmente detenute nell’Unione si attestano al volume più basso dal 2013. In applicazione dell’articolo 3 della direttiva 2009/119/CE, esse riflettono le importazioni nette di petrolio greggio e prodotti petroliferi nel 2020, che sono state inusitatamente basse a causa del minor consumo dovuto alle misure sanitarie adottate per combattere la pandemia di COVID-19 (confinamento e riduzione degli spostamenti). Si prevede che i volumi di petrolio greggio e prodotti petroliferi necessari per soddisfare il nuovo obbligo di stoccaggio annuale applicabile a decorrere dal 1o luglio 2022 per un periodo di 12 mesi aumentino anche del 30 % per alcuni Stati membri.
(5)
...

To continue reading

Request your trial

VLEX uses login cookies to provide you with a better browsing experience. If you click on 'Accept' or continue browsing this site we consider that you accept our cookie policy. ACCEPT