Regulation (EU) 2016/1013 of the European Parliament and of the Council of 8 June 2016 amending Regulation (EC) No 184/2005 on Community statistics concerning balance of payments, international trade in services and foreign direct investment (Text with EEA relevance)

Official gazette publicationOfficial Journal of the European Union, L 171, 29 June 2016
Publication Date29 Jun 2016
L_2016171IT.01014401.xml

29.6.2016

IT

Gazzetta ufficiale dell'Unione europea

L 171/144


REGOLAMENTO (UE) 2016/1013 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

dell'8 giugno 2016

che modifica il regolamento (CE) n. 184/2005 relativo alle statistiche comunitarie inerenti alla bilancia dei pagamenti, agli scambi internazionali di servizi e agli investimenti diretti all'estero

(Testo rilevante ai fini del SEE)

IL PARLAMENTO EUROPEO E IL CONSIGLIO DELL'UNIONE EUROPEA,

visto il trattato sul funzionamento dell'Unione europea, in particolare l'articolo 338, paragrafo 1,

vista la proposta della Commissione europea,

previa trasmissione del progetto di atto legislativo ai parlamenti nazionali,

visto il parere della Banca centrale europea (1),

deliberando secondo la procedura legislativa ordinaria (2),

considerando quanto segue:

(1)

A seguito dell'entrata in vigore del trattato di Lisbona, i poteri e le competenze conferiti alla Commissione dal regolamento (CE) n. 184/2005 del Parlamento europeo e del Consiglio (3) dovrebbero essere allineati agli articoli 290 e 291 del trattato sul funzionamento dell'Unione europea (TFUE).

(2)

Statistiche di alta qualità e comparabilità relative alla bilancia dei pagamenti, agli scambi internazionali di servizi e agli investimenti diretti all'estero (IDE) sono fondamentali per i responsabili delle politiche pubbliche nell'Unione, i ricercatori e tutti i cittadini europei. La Commissione (Eurostat) dovrebbe adottare tutte le misure necessarie per consentire un accesso online agevole e facilmente fruibile a serie di dati nonché per fornire agli utenti una presentazione intuitiva dei dati.

(3)

Le statistiche europee inerenti alla bilancia dei pagamenti, agli scambi internazionali di servizi e agli IDE rivestono un'importanza fondamentale nel garantire un'elaborazione informata delle politiche economiche e una formulazione corretta delle previsioni economiche.

(4)

Alla luce dell'adozione del regolamento (UE) n. 182/2011 del Parlamento europeo e del Consiglio (4), la Commissione si è impegnata a riesaminare, alla luce dei criteri stabiliti nel TFUE, gli atti legislativi che contengono attualmente riferimenti alla procedura di regolamentazione con controllo, mediante una dichiarazione (5).

(5)

Il regolamento (CE) n. 184/2005 contiene riferimenti alla procedura di regolamentazione con controllo e dovrebbe pertanto essere sottoposto a riesame alla luce dei criteri stabiliti nel TFUE.

(6)

Al fine di allineare il regolamento (CE) n. 184/2005 agli articoli 290 e 291 TFUE, le competenze di esecuzione attribuite alla Commissione da tale regolamento dovrebbero essere sostituite dal potere di adottare atti delegati e di esecuzione.

(7)

Il potere di adottare atti conformemente all'articolo 290 TFUE dovrebbe essere delegato alla Commissione quando, per via di cambiamenti economici o tecnici, è necessario aggiornare i livelli di disaggregazione geografica, i livelli di disaggregazione per settore istituzionale e i livelli di disaggregazione per attività economica di cui alle tavole 6, 7 e 8 dell'allegato I del regolamento (CE) n. 184/2005, a condizione che tali aggiornamenti non influiscano sull'onere di comunicazione né modifichino il quadro concettuale sottostante applicabile. Il potere di adottare atti conformemente all'articolo 290 TFUE dovrebbe essere delegato alla Commissione quando è necessario eliminare o ridurre talune prescrizioni relative ai flussi di dati di cui all'allegato I di tale regolamento, a condizione che tale eliminazione o riduzione non riduca la qualità delle statistiche prodotte a norma del presente regolamento. Tali atti delegati dovrebbero altresì riguardare la proroga del termine per la presentazione della relazione sui risultati degli studi relativi alle statistiche sugli IDE che si basano sul concetto della proprietà finale e alle statistiche sugli IDE che distinguono le operazioni di IDE greenfield dalle acquisizioni. La Commissione dovrebbe garantire che tali atti delegati non comportino un significativo aggravio degli oneri a carico degli Stati membri o delle unità rispondenti che eccedano quanto è necessario ai fini del presente regolamento, né modifichino il quadro concettuale sottostante applicabile. È di particolare importanza che durante i lavori preparatori la Commissione svolga adeguate consultazioni, anche a livello di esperti, e che tali consultazioni siano condotte nel rispetto dei principi stabiliti nell'accordo interistituzionale «Legiferare meglio» del 13 aprile 2016 (6). In particolare, al fine di garantire la parità di partecipazione alla preparazione degli atti delegati, il Parlamento europeo e il Consiglio ricevono tutti i documenti contemporaneamente agli esperti degli Stati membri, e i loro esperti hanno sistematicamente accesso alle riunioni dei gruppi di esperti della Commissione incaricati della preparazione di tali atti delegati.

(8)

Al fine di garantire condizioni uniformi di esecuzione del regolamento (CE) n. 184/2005, è opportuno attribuire alla Commissione competenze di esecuzione al fine di armonizzare le modalità, la struttura e la periodicità delle relazioni sulla qualità. Tali competenze dovrebbero essere esercitate conformemente al regolamento (UE) n. 182/2011.

(9)

Il comitato della bilancia dei pagamenti di cui all'articolo 11 del regolamento (CE) n. 184/2005 ha fornito consulenza e assistenza alla Commissione nell'esercizio delle sue competenze di esecuzione. Nel contesto della strategia per una nuova struttura del sistema statistico europeo (SSE) volta a migliorare il coordinamento e la collaborazione in una chiara struttura piramidale all'interno dell'SSE, è opportuno che il comitato del sistema statistico europeo (comitato SSE), istituito dal regolamento (CE) n. 223/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio (7), svolga un ruolo di consulenza e di assistenza alla Commissione nell'esercizio delle sue competenze di esecuzione. A tal fine è opportuno modificare il regolamento (CE) n. 184/2005 sostituendo i riferimenti al comitato della bilancia dei pagamenti con i riferimenti al comitato SSE.

(10)

La buona, fattiva cooperazione in atto tra le banche centrali nazionali (BCN) e gli istituti nazionali di statistica (INS), da un lato, e tra Eurostat e la Banca centrale europea (BCE), dall'altro, costituisce una risorsa che dovrebbe essere preservata e sviluppata ulteriormente al fine di migliorare la coerenza globale e la qualità delle statistiche macroeconomiche, quali le statistiche della bilancia dei pagamenti, le statistiche finanziarie, le statistiche di finanza pubblica e i conti nazionali. Le BCN e gli INS devono continuare a essere strettamente associati all'elaborazione di tutte le decisioni in materia di bilancia dei pagamenti, scambi internazionali di servizi e statistiche sugli IDE attraverso la loro partecipazione ai pertinenti gruppi di esperti responsabili per la bilancia dei pagamenti, gli scambi internazionali di servizi e le statistiche sugli IDE. L'European Statistical Forum, istituito conformemente a un memorandum d'intesa sulla cooperazione tra i membri del sistema statistico europeo e i membri del sistema europeo delle banche centrali (SEBC) firmato il 24 aprile 2013, assicura il coordinamento a livello strategico della cooperazione tra SSE e SEBC.

(11)

Al fine di rafforzare ulteriormente la cooperazione tra SSE e SEBC, la Commissione dovrebbe richiedere il parere del comitato delle statistiche monetarie, finanziarie e della bilancia dei pagamenti (CMFB), istituito dalla decisione 2006/856/CE del Consiglio (8), su tutte le questioni che rientrano nelle sue competenze ai sensi di tale decisione.

(12)

A norma dell'articolo 127, paragrafo 4, e dell'articolo 282, paragrafo 5, TFUE, la BCE dovrebbe essere consultata in merito a qualsiasi proposta di atto dell'Unione che rientri nelle sue competenze.

(13)

Gli Stati membri dovrebbero fornire i dati richiesti per elaborare statistiche europee inerenti alla bilancia dei pagamenti, scambi internazionali di servizi e IDE in tempo utile, nella forma adeguata e con la qualità richiesta.

(14)

Dall'adozione del regolamento (CE) n. 184/2005, i flussi finanziari internazionali si sono intensificati e sono anche diventati più complessi. Il maggiore utilizzo di società veicolo e di costruzioni giuridiche per il trasferimento di flussi finanziari ha reso più difficile monitorare questi flussi in modo da garantire una loro adeguata tracciabilità e di evitare una contabilizzazione doppia o multipla.

(15)

È pertanto opportuno aggiornare il regolamento (CE) n. 184/2005 al fine di aumentare la trasparenza e la granularità delle statistiche in materia di bilancia dei pagamenti, scambi internazionali di servizi e IDE.

(16)

Al fine di raccogliere le informazioni adeguate richieste dal presente regolamento, gli Stati membri dovrebbero utilizzare tutte le fonti pertinenti e appropriate, comprese le fonti di dati amministrativi, quali i registri di imprese o il registro degli eurogruppi. La trasparenza potrebbe inoltre essere migliorata traendo vantaggio da recenti innovazioni, quali l'identificativo mondiale dell'entità giuridica, nonché i registri dei proprietari effettivi istituiti nell'ambito della direttiva (UE) 2015/849 del Parlamento europeo e del Consiglio (9).

(17)

Al fine di elaborare statistiche relative agli IDE che si basano sul concetto del proprietario finale e statistiche relative agli IDE che distinguono le operazioni relative agli IDE greenfield da quelle che conducono ad acquisizioni, che in generale...

To continue reading

Request your trial