Statement by the Commission Regulation (EU) 2021/1755 of the European Parliament and of the Council of 6 October 2021 establishing the Brexit Adjustment Reserve (Regulation (EU) 2021/1755 of the European Parliament and of the Council of 6 October 2021 establishing the Brexit Adjustment Reserve (OJ L 357, 8.10.2021, p. 1).) — Adoption of the legislative act Further measures to protect the EU budget and Next Generation EU resources (NGEU) against fraud and irregularities by requiring an obligatory use of a single data-mining tool provided by the Commission 2021/C 406 I/01

Publication Date08 October 2021
SubjectEconomic, social and territorial cohesion,Budget,Financial provisions
Official Gazette PublicationOfficial Journal of the European Union, C 406I, 8 October 2021
CI2021406IT.01000101.xml
8.10.2021 IT Gazzetta ufficiale dell’Unione europea CI 406/1

Dichiarazione della Commissione

Regolamento (UE) 2021/1755 del Parlamento europeo e del Consiglio del 6 ottobre 2021 Che istituisce la riserva di adeguamento alla Brexit (1) — Adozione dell’atto legislativo

Misure ulteriori per proteggere il bilancio dell’UE e NextGenerationEU dalle frodi e dalle irregolarità prescrivendo l’uso obbligatorio dello strumento di estrazione di dati fornito dalla Commissione

(2021/C 406 I/01)

Nell’accordo interistituzionale tra il Parlamento europeo, il Consiglio e la Commissione sulla disciplina di bilancio, sulla cooperazione in materia di bilancio e sulla sana gestione finanziaria, nonché su nuove risorse proprie, compresa una tabella di marcia per l’introduzione di nuove risorse proprie, i punti da 30 a 33 prevedono che la Commissione metta a disposizione un sistema di informazione e sorveglianza integrato e interoperabile comprensivo di uno strumento di estrazione di dati e valutazione del rischio per l’accesso e l’analisi dei dati necessari ai fini di un’applicazione generalizzata da parte degli Stati membri. Le tre istituzioni hanno inoltre convenuto di cooperare con lealtà nel corso della procedura legislativa relativa ai pertinenti atti di base, per assicurare che sia dato seguito alle conclusioni del Consiglio europeo del luglio 2020 a questo riguardo.

La Commissione ritiene che l’accordo raggiunto dai colegislatori a norma dell’articolo 13, paragrafo 1, lettera f) (responsabilità degli Stati membri), sull’uso di uno strumento di estrazione di dati e sulla raccolta e l’analisi dei dati relativi ai titolari effettivi dei destinatari dei finanziamenti non sia sufficiente a rafforzare la protezione del bilancio dell’Unione contro le frodi e le irregolarità e ad assicurare controlli efficienti dei conflitti di interessi, delle irregolarità, dei problemi di doppio finanziamento e dell’uso improprio dei fondi a fini illeciti. L’approccio concordato dai colegislatori nel regolamento che istituisce la riserva di adeguamento alla Brexit non rispecchia pertanto adeguatamente...

To continue reading

Request your trial

VLEX uses login cookies to provide you with a better browsing experience. If you click on 'Accept' or continue browsing this site we consider that you accept our cookie policy. ACCEPT