Council Directive 70/458/EEC of 29 September 1970 on the marketing of vegetable seed

Published date12 October 1970
Subject MatterSeeds and seedlings,Approximation of laws
Official Gazette PublicationJournal officiel des Communautés européennes, L 225, 12 octobre 1970
EUR-Lex - 31970L0458 - IT 31970L0458

Direttiva 70/458/CEE del Consiglio, del 29 settembre 1970, relativa alla commercializzazione delle sementi di ortaggi /* VERSIONE CODIFICATA CF 374Y0608(07) */

Gazzetta ufficiale n. L 225 del 12/10/1970 pag. 0007 - 0021
edizione speciale danese: serie I capitolo 1970(III) pag. 0601
edizione speciale inglese: serie I capitolo 1970(III) pag. 0674
edizione speciale greca: capitolo 03 tomo 6 pag. 0009
edizione speciale spagnola: capitolo 03 tomo 4 pag. 0054
edizione speciale portoghese: capitolo 03 tomo 4 pag. 0054
edizione speciale finlandese: capitolo 3 tomo 3 pag. 0095
edizione speciale svedese/ capitolo 3 tomo 3 pag. 0095


++++

( 1 ) GU N . C 108 DEL 19 . 10 . 1968 , PAG . 30 .

( 2 ) GU N . 125 DELL'11 . 7 . 1966 , PAG . 2289/66 .

DIRETTIVA DEL CONSIGLIO

DEL 29 SETTEMBRE 1970

RELATIVA ALLA COMMERCIALIZZAZIONE DELLE SEMENTI DI ORTAGGI

( 70/458/CEE )

IL CONSIGLIO DELLE COMUNITA EUROPEE ,

VISTO IL TRATTATO CHE ISTITUISCE LA COMUNITA ECONOMICA EUROPEA , IN PARTICOLARE GLI ARTICOLI 43 E 100 ,

VISTA LA PROPOSTA DELLA COMMISSIONE ,

VISTO IL PARERE DEL PARLAMENTO EUROPEO ( 1 ) ,

VISTO IL PARERE DEL COMITATO ECONOMICO E SOCIALE ,

CONSIDERANDO CHE LA PRODUZIONE DI SEMENTI DI ORTAGGI OCCUPA UN POSTO IMPORTANTE NELL'AGRICOLTURA DELLA COMUNITA ECONOMICA EUROPEA ;

CONSIDERANDO CHE I RISULTATI SODDISFACENTI DELLA COLTURA DI ORTAGGI DIPENDONO IN AMPIA MISURA DALL'UTILIZZAZIONE DI SEMENTI ADEGUATE ; CHE ALCUNI STATI MEMBRI HANNO PERTANTO LIMITATO , DA QUALCHE TEMPO , LA COMMERCIALIZZAZIONE DELLE SEMENTI DI ORTAGGI DI CERTE SPECIE ALLE SEMENTI CONTROLLATE DI VARIETA DETERMINATE , MENTRE ALTRI STATI HANNO INTRODOTTO CONTROLLI FACOLTATIVI DELLA QUALITA DI TALI SEMENTI ;

CONSIDERANDO CHE , NELLA MISURA IN CUI GLI STATI MEMBRI PROCEDONO A SIFFATTI CONTROLLI DI SEMENTI , ESSI HANNO BENEFICIATO DEL RISULTATO DEI LAVORI DI SISTEMATICA SELEZIONE DELLE PIANTE SVOLTI ATTRAVERSO PARECCHI DECENNI E CHE HANNO PORTATO A VARIETA DI ORTAGGI DISTINTE , STABILI E SUFFICIENTEMENTE OMOGENEE , LE CUI CARATTERISTICHE CONSENTONO DI PREVEDERE SOSTANZIALI VANTAGGI PER LE UTILIZZAZIONI PERSEGUITE ;

CONSIDERANDO CHE UNA MAGGIORE PRODUTTIVITA IN MATERIA DELLE COLTURE DI ORTAGGI NELLA COMUNITA SARA OTTENUTA CON L'APPLICAZIONE , DA PARTE DEGLI STATI MEMBRI , DI NORME UNIFICATE E IL PIU POSSIBILE RIGOROSE CIRCA LA SCELTA DELLE VARIETA AMMESSE ALLA CERTIFICAZIONE , AL CONTROLLO E ALLA COMMERCIALIZZAZIONE ;

CONSIDERANDO CHE ALL'INIZIO APPARE NECESSARIO COMPILARE UN CATALOGO COMUNE DELLE VARIETA DELLE SPECIE DI ORTAGGI E CHE CODESTO CATALOGO PUO ESSERE ATTUALMENTE COMPILATO SOLTANTO SULLA BASE DI CATALOGHI NAZIONALI ;

CONSIDERANDO CHE E PERTANTO OPPORTUNO CHE TUTTI GLI STATI MEMBRI COMPILINO UNO O PIU CATALOGHI NAZIONALI DELLE VARIETA AMMESSE , NEL RISPETTIVO TERRITORIO , ALLA CERTIFICAZIONE , AL CONTROLLO E ALLA COMMERCIALIZZAZIONE ;

CONSIDERANDO CHE LA COMPILAZIONE DI TALI CATALOGHI DEVE AVVENIRE SECONDO REGOLE UNIFICATE , AFFINCHE LE VARIETA AMMESSE SIANO DISTINTE , STABILI E SUFFICIENTEMENTE OMOGENEE ;

CONSIDERANDO CHE GLI ESAMI PER L'AMMISSIONE DI UNA VARIETA ESIGONO CHE SIA DETERMINATO UN NOTEVOLE NUMERO DI CRITERI E DI CONDIZIONI MINIME D'ESECUZIONE UNIFICATI ;

CONSIDERANDO , D'ALTRA PARTE , CHE LE PRESCRIZIONI RELATIVE ALLA DURATA DI VALIDITA DI UN'AMMISSIONE , AI MOTIVI DEL SUO RITIRO ED ALL'ESECUZIONE DI UNA SELEZIONE CONSERVATIVA DEVONO ESSERE UNIFICATE E CHE OCCORRE PREVEDERE LA RECIPROCA INFORMAZIONE DEGLI STATI MEMBRI , PER QUANTO CONCERNE L'AMMISSIONE E IL RITIRO DELLE VARIETA ;

CONSIDERANDO CHE LE SEMENTI DELLE VARIETA REGISTRATE NEL CATALOGO COMUNE NON DEVONO ESSER SOGGETTE , ALL'INTERNO DELLA COMUNITA , AD ALCUNA RESTRIZIONE DI COMMERCIALIZZAZIONE PER CIO CHE RIGUARDA LA VARIETA ;

CONSIDERANDO CHE E OPPORTUNO CHE LA COMMISSIONE PROVVEDA A PUBBLICARE NELLA GAZZETTA UFFICIALE DELLE COMUNITA EUROPEE LE VARIETA AMMESSE AL CATALOGO COMUNE ;

CONSIDERANDO CHE E INOLTRE OPPORTUNO CONCEDERE AGLI STATI MEMBRI IL DIRITTO DI FAR VALERE TALUNE OBIEZIONI SU UNA VARIETA SE SONO GIUSTIFICATE DA MOTIVI DI NATURA FITOSANITARIA ;

CONSIDERANDO CHE OCCORRE PREVEDERE PRESCRIZIONI CHE RICONOSCANO L'EQUIVALENZA DEGLI ESAMI E DEI CONTROLLI DELLE VARIETA EFFETTUATI IN PAESI TERZI ;

CONSIDERANDO TUTTAVIA CHE UNA LIMITAZIONE DELLA COMMERCIALIZZAZIONE AD ALCUNE VARIETA NON E GIUSTIFICATA SE NON IN QUANTO ESISTA AL TEMPO STESSO LA GARANZIA PER L'AGRICOLTORE DI POTER EFFETTIVAMENTE OTTENERE SEMENTI DI QUESTE STESSE VARIETA ;

CONSIDERANDO CHE OCCORRE ISTITUIRE UN SISTEMA APPLICABILE TANTO AGLI SCAMBI INTRACOMUNITARI , QUANTO ALLA COMMERCIALIZZAZIONE SUI MERCATI NAZIONALI ;

CONSIDERANDO CHE , IN GENERALE , LE SEMENTI DI ORTAGGI DEVONO POTER ESSERE COMMERCIALIZZATE SOLO SE , CONFORMEMENTE ALLE NORME DI CERTIFICAZIONE , SONO STATE UFFICIALMENTE ESAMINATE E CERTIFICATE COME SEMENTI DI BASE O SEMENTI CERTIFICATE ;

CONSIDERANDO CHE , PER DETERMINATE SPECIE DI ORTAGGI , SAREBBE INDICATO LIMITARE LA COMMERCIALIZZAZIONE ALLE SEMENTI CERTIFICATE ; CHE , ATTUALMENTE , E TUTTAVIA IMPOSSIBILE RAGGIUNGERE TALE OBIETTIVO POICHE , IN TAL CASO , NON SI POTREBBE SODDISFARE L'INTERO FABBISOGNO COMUNITARIO ; CHE E PERTANTO OPPORTUNO AMMETTERE PROVVISORIAMENTE LA COMMERCIALIZZAZIONE DI SEMENTI STANDARD CONTROLLATE , LE QUALI DEVONO PURE POSSEDERE L'IDENTITA E LA PUREZZA DELLA VARIETA , CARATTERISTICHE SOGGETTE PERALTRO UNICAMENTE A CONTROLLO UFFICIALE A POSTERIORI , EFFETTUATO IN CAMPO MEDIANTE SONDAGGI ;

CONSIDERANDO CHE OCCORRE ESCLUDERE LE SEMENTI DI ORTAGGI NON COMMERCIALIZZATE DAL CAMPO D'APPLICAZIONE DELLE NORME COMUNITARIE , DATA LA LORO SCARSA IMPORTANZA ECONOMICA ; CHE NON DEV'ESSERE PREGIUDICATO IL DIRITTO DEGLI STATI MEMBRI DI SOTTOPORLE A PARTICOLARI PRESCRIZIONI ;

CONSIDERANDO CHE , PER MIGLIORARE LA QUALITA DELLE SEMENTI DI ORTAGGI NELLA COMUNITA , DEVONO ESSERE PREVISTE DETERMINATE CONDIZIONI PER QUANTO CONCERNE LA PUREZZA SPECIFICA MINIMA E LA FACOLTA GERMINATIVA ;

CONSIDERANDO CHE OCCORRE ESTENDERE IL CAMPO D'APPLICAZIONE DELLA DIRETTIVA A UN CATALOGO DELLE SPECIE PER QUANTO POSSIBILE COMPLETO , COMPRENDENTE ANCHE SPECIE ATTE A FUNGERE DA PIANTE FORAGGERE O PIANTE OLEAGINOSE ; CHE SE TUTTAVIA , NEL TERRITORIO DI UNO STATO MEMBRO , NON ESISTE NORMALMENTE UNA MOLTIPLICAZIONE E UNA COMMERCIALIZZAZIONE DI SEMENTI DI DETERMINATE SPECIE , OCCORRE PREVEDERE LA POSSIBILITA DI DISPENSARE LO STATO MEMBRO DALL'APPLICARE LE DISPOSIZIONI DELLA DIRETTIVA ALLE SPECIE IN QUESTIONE ;

CONSIDERANDO CHE , PER GARANTIRE L'INDIVIDUALITA DELLE SEMENTI , DEVONO ESSERE FISSATE NORME COMUNITARIE RELATIVE ALL'IMBALLAGGIO , AL PRELIEVO DEI CAMPIONI , ALLA CHIUSURA E AL CONTRASSEGNO ; CHE E ANCHE OPPORTUNO PREVEDERE CONTROLLI UFFICIALI A PRIORI DELLE SEMENTI CERTIFICATE , E FISSARE GLI OBBLIGHI CUI DEVE ADEMPIERE IL RESPONSABILE DELLA COMMERCIALIZZAZIONE DELLE SEMENTI TIPO E DELLE SEMENTI CERTIFICATE PRESENTATE IN PICCOLI IMBALLAGGI ;

CONSIDERANDO CHE PER GARANTIRE , IN FASE DI COMMERCIALIZZAZIONE , IL RISPETTO SIA DELLE CONDIZIONI RELATIVE ALLA QUALITA DELLE SEMENTI , SIA DELLE DISPOSIZIONI INTESE A GARANTIRNE L'IDENTITA , GLI STATI MEMBRI DEVONO PREVEDERE DISPOSIZIONI DI CONTROLLO ADEGUATE ;

CONSIDERANDO CHE LE SEMENTI RISPONDENTI A TALI CONDIZIONI DEVONO ESSERE SOGGETTE _ FATTA SALVA L'APPLICAZIONE DELL'ARTICOLO 36 DEL TRATTATO _ UNICAMENTE ALLE RESTRIZIONI DI COMMERCIALIZZAZIONE PREVISTE DALLE NORME COMUNITARIE ;

CONSIDERANDO CHE E NECESSARIO RICONOSCERE , A DETERMINATE CONDIZIONI , L'EQUIVALENZA TRA SEMENTI MOLTIPLICATE IN UN ALTRO PAESE DA SEMENTI CERTIFICATE IN UNO STATO MEMBRO E SEMENTI MOLTIPLICATE NELLO STESSO STATO MEMBRO ;

CONSIDERANDO , D'ALTRA PARTE , CHE OCCORRE PREVEDERE CHE LE SEMENTI DI ORTAGGI RACCOLTE IN PAESI TERZI POSSANO ESSERE COMMERCIALIZZATE NELLA COMUNITA SOLTANTO SE OFFRONO LE STESSE GARANZIE DELLE SEMENTI UFFICIALMENTE CERTIFICATE O COMMERCIALIZZATE NELLA COMUNITA IN QUANTO SEMENTI STANDARD CONFORMI ALLE NORME COMUNITARIE ;

CONSIDERANDO CHE , PER PERIODI NEI QUALI L'APPROVVIGIONAMENTO DI SEMENTI CERTIFICATE DELLE DIVERSE CATEGORIE O DI SEMENTI STANDARD INCONTRI DIFFICOLTA , OCCORRE AMMETTERE PROVVISORIAMENTE SEMENTI SOGGETTE A REQUISITI RIDOTTI ;

CONSIDERANDO CHE , AL FINE DI ARMONIZZARE I METODI TECNICI DI CERTIFICAZIONE E DI CONTROLLO DEI VARI STATI MEMBRI E PER AVERE IN FUTURO POSSIBILITA DI RAFFRONTO TRA LE SEMENTI CERTIFICATE ALL'INTERNO DELLA COMUNITA E QUELLE PROVENIENTI DA PAESI TERZI , E OPPORTUNO STABILIRE NEGLI STATI MEMBRI CAMPI COMPARATIVI COMUNITARI PER CONSENTIRE UN CONTROLLO ANNUALE A POSTERIORI DELLE SEMENTI DI TALUNE VARIETA DELLA CATEGORIA " SEMENTI DI BASE " E DELLE SEMENTI DELLE CATEGORIE " SEMENTI CERTIFICATE " E " SEMENTI STANDARD " ;

CONSIDERANDO CHE LE NORME COMUNITARIE NON DEVONO ESSERE APPLICATE ALLE SEMENTI PER LE QUALI SIA PROVATO CHE SONO DESTINATE ALL'ESPORTAZIONE VERSO PAESI TERZI ;

CONSIDERANDO CHE E OPPORTUNO AFFIDARE ALLA COMMISSIONE IL COMPITO DI ADOTTARE TALUNE MISURE D'APPLICAZIONE ; CHE , PER FACILITARE L'ATTUAZIONE DELLE DISPOSIZIONI PREVISTE , E OPPORTUNO PREVEDERE UNA PROCEDURA CHE INSTAURI UNA STRETTA COOPERAZIONE TRA GLI STATI MEMBRI E LA COMMISSIONE NELL'AMBITO DEL COMITATO PERMANENTE PER LE SEMENTI E I MATERIALI DI MOLTIPLICAZIONE AGRICOLI , ORTICOLI E FORESTALI , ISTITUITO CON DECISIONE DEL CONSIGLIO DEL 14 GIUGNO 1966 ( 2 ) ,

HA ADOTTATO LA PRESENTE DIRETTIVA :

ARTICOLO 1

LA PRESENTE DIRETTIVA RIGUARDA LE SEMENTI DI ORTAGGI COMMERCIALIZZATE ALL'INTERNO DELLA COMUNITA .

ARTICOLO 2

1 . AI SENSI DELLA PRESENTE DIRETTIVA S'INTENDE PER :

A . ORTAGGI : LE PIANTE DELLE SPECIE SEGUENTI DESTINATE ALLA PRODUZIONE AGRICOLA OD ORTICOLA , AD ESCLUSIONE DEGLI USI ORNAMENTALI :

ALLIUM CEPA L . CIPOLLA

ALLIUM PORRUM L . PORRO

ANTHRISCUS CEREFOLIUM HOFFM . CERFOGLIO

APIUM GRAVEOLENS L . SEDANO

ASPARAGUS OFFICINALIS L . ASPARAGO

BETA VULGARIS L . VAR . CYCLA ( L . ) ULRICH...

To continue reading

Request your trial

VLEX uses login cookies to provide you with a better browsing experience. If you click on 'Accept' or continue browsing this site we consider that you accept our cookie policy. ACCEPT