Council Regulation (EEC) No 1889/87 of 2 July 1987 amending Regulation (EEC) No 1677/85 as regards the rules for calculating monetary compensatory amounts in agriculture

Published date03 July 1987
Subject MatterAgriculture and Fisheries,Monetary measures in the field of agriculture
Official Gazette PublicationOfficial Journal of the European Communities, L 182, 3 July 1987
EUR-Lex - 31987R1889 - IT

Regolamento (CEE) n. 1889/87 del Consiglio del 2 luglio 1987 che modifica il regolamento (CEE) n. 1677/85 per quanto riguarda le regole di calcolo degli importi compensativi monetari applicabili nel settore agricolo

Gazzetta ufficiale n. L 182 del 03/07/1987 pag. 0001 - 0003


REGOLAMENTO (CEE) N. 1889/87 DEL CONSIGLIO del 2 luglio 1987 che modifica il regolamento (CEE) n. 1677/85 per quanto riguarda le regole di calcolo degli importi compensativi monetari applicabili nel settore agricolo

IL CONSIGLIO DELLE COMUNITÀ EUROPEE, visto il trattato che istituisce la Comunità economica europea, in particolare l'articolo 43, vista la proposta della Commissione (1), visto il parere del Parlamento europeo (2), visto il parere del comitato monetario, considerando che il regolamento (CEE) n. 1677/85 del Consiglio, dell'11 giugno 1985, relativo agli importi compensativi monetari nel settore agricolo (3), modificato da ultimo dal regolamento (CEE) n. 90/87 della Commissione (4), prevede, all'articolo 6, un regime di calcolo degli importi compensativi monetari il quale à limitato alla fine della campagna 1986/87; che l'esperienza acquisita consente il mantenimento di detto regime; considerando che sembra opportuno utilizzare la proroga del sistema di calcolo anche per lo smantellamento degli importi compensativi monetari positivi esistenti, diminuendoli di 1,0 punti; che a tal fine è necessario aumentare il coefficiente correttore; considerando tuttavia che l'applicazione di questo regime può creare difficoltà rispetto alle attuali priorità della politica agricola comune; che la soppressione, in linea di massima auspicabile, degli importi compensativi monetari negativi comporta infatti un aumento dei prezzi espressi in moneta nazionale, il che rischia di incentivare produzioni già eccedenti; che simili sviluppi sono in contrasto con una politica mirante al controllo della produzione agricola; che è necessario completare il regime esistente con norme intese a conciliare obiettivi divergenti; considerando che tale regime si differenzia dal metodo normale esclusivamente per quanto riguarda l'applicazione del coefficiente correttore; che gli altri elementi di calcolo restano gli stessi; che fra questi elementi figurano le franchigie applicate al divario monetario effettivo; considerando che l'esperienza acquisita in taluni settori agricoli dimostra che possono esistere divari monetari superiori a quelli corrispondenti alle attuali franchigie senza che l'assenza degli importi compensativi monetari comporti perturbazioni negli...

To continue reading

Request your trial

VLEX uses login cookies to provide you with a better browsing experience. If you click on 'Accept' or continue browsing this site we consider that you accept our cookie policy. ACCEPT